Progetto – ACTION

ACTION


Rete tra enti locali di Italia, Slovenia, Croazia e Austria




Partner

ITALIA SLOVENIA CROAZIA AUSTRIA
  • Provincia di Gorizia
  • Comune di Monfalcone
  • Comune di Ronchi dei Legionari
  • Comune di Grado
  • Comune di Cormons
  • Comune di Staranzano
  • Comune di Gradisca d’Isonzo
  • Comune di San Canzian d’Isonzo
  • Comune di Romans d’Isonzo
  • Comune di Fogliano Redipuglia
  • Comune di Turriaco
  • Comune di San Pier d’Isonzo
  • Comune di Sagrado
  • Comune di Farra d’Isonzo
  • Comune di Savogna d’Isonzo
  • Comune di Capriva del Friuli
  • Comune di Villesse
  • Comune di Mossa
  • Comune di San Lorenzo Isontino
  • Comune di Doberdò del Lago
  • Comune di Medea
  • Comune di Moraro
  • Comune di Dolegna del Collio
  • Comune di Cividale del Friuli
  • Comune di Duino Aurisina
  • Comune di Aquileia
  • Comune di Gorizia
  • Commissione Regionale per le Autorità Locali del Friuli Venezia Giulia
  • Comune di San Floriano del Collio
  • Comune di Mariano del Friuli
  • Comune di Palmanova
  • Comune di Šempeter-Vrtojba
  • Comune di Nova Gorica
  • Comune di Kanal ob Soči
  • Comune di Miren – Kostanjevica
  • Comune di Brda
  • Comune di Kobarid
  • Comune di Buje
  • Comune di Porec-Parenzo
  • Agenzia della Democrazia Locale -Brtonigla – Verteneglio
  • Comune di Novigrad
  • Comune di Klagenfurt
  • Comune di Poggersdorf
  • Comune di Friesach

Descrizione:

Il potenziale turistico di aree transfrontaliero, dovuto alla loro unica cultura condivisa, è valorizzato in modo efficare solo attraverso una strategia integrata (Vodeb, 2010). Perciò, per proteggere questa cultura, promuovere lo sviluppo e attrarre investimenti esterni, aree di confine devono essere in grado di comunicare efficacemente sia internamente (tra loro) che esternamente (a potenziali investitori, turisti, ecc.).

Nell’area transfrontaliera formata da AU, HR, IT e SLO il progetto promuove un network di città gemellata come strumento per una strategia integrata di valorizzazione (Handley,2006), attraverso la creazione di 4 Gruppi di Lavoro Permanenti (GLP).

Il loro lavoro si struttura attraverso un dibattito continuo tra stakeholder (PA e rappresentanti della società civile, esperti di politiche transfrontaliere) sviluppato attorno a quattro temi: turismo culturale (cioè il patrimonio); eco-turismo (cioè ambiente);  turismo culinario e agriturismo (cioè cibo e prodotti locali) e turismo transfrontaliero integrato (cioè strategie e politiche transfrontaliere).

Il progetto trae ispirazione dal contesto più ampio del Centenario della Grande Guerra, che offre la possibilità per riflessioni costruttive sulle implicazioni dei conflitti e per un ulteriore dibattito sulla valorizzazione congiunta e lo sviluppo di aree transfrontaliere.

Azioni:

Il progetto ha comportato vari incontri lungo tutto il corso del 2013, durante i quali i partner hanno portato avanti un processo continuo di elaborazione di strategie condivise di potenziamento del turismo.

Questi incontri sono stati organizzati in modo congiunto con eventi correlati all’ anniversario della Prima Guerra Mondiale, dentro una cornice che ha permesso di: a) illustrare i principi europei di comunità democratica basati sulla pace e sul dialogo attraverso l’esempio di una cooperazione transfrontaliera operativa; b) iniziare una valorizzazione turistica integrata che punta allo sviluppo sociale, culturale ed economico dell’area.

Uno di questi incontri è avvenuto in occasione dell’inaugurazione di Villesse Gate, uno spazio espositivo all’interno del centro commerciale Tiare Shopping in cui le realtà della provincia di Gorizia hanno potuto esporre i propri prodotti tipici.

La strategia comune e le sinergie istituite hanno trovato inoltre espressione nel seguente depliant turistico, che racchiude punti di forza ed elementi di interesse di tutte i partner del progetto e le loro rispettive aree geografiche:

Scarica il depliant del progetto ACTION

Sono stati inoltre realizzati dei video che mettessero in evidenza le particolarità dei territori dei partner di progetto.

Video realizzato dalla Provincia di Gorizia:

Print Friendly

Commenti chiusi